L’esempio di Teresa Gullace per rinsaldare il senso di appartenenza

on

L’Amministrazione Comunale di Cittanova ritiene fondamentale rinsaldare, attraverso la memoria, pur se tragica, dei fatti passati, il senso dell’appartenenza alla propria comunità. A maggior ragione quando si rievocano atti eroici compiuti da concittadini che segnano in modo indelebile la memoria storica collettiva.

Anche per queste ragioni Teresa Talotta Gullace resterà per sempre un mirabile esempio da commemorare degnamente, quale vittima innocente della cieca barbarie nazista durante l’occupazione di Roma, martire della Resistenza, Medaglia d’oro al merito civile. Cittanova intende perpetuarne il ricordo nella memoria collettiva attraverso la celebrazione di quel pur tragico evento, anche al fine di trasmettere la consapevolezza del passato per legarla, nel comune sentire, alle scelte future delle giovani generazioni improntate alla legalità ed alle libertà civili e democratiche. Ricordare Teresa Talotta Gullace riguarda una questione di identità, di valori forti e di sensibilità civile, ma è anche conseguenza diretta di un sentimento indelebile che lega Cittanova alla sua storia.

Sono questi i motivi che hanno indotto l’Amministrazione Comunale a programmare una serie di iniziative finalizzate a fare di questa commemorazione un evento istituzionalizzato e condiviso, attraverso percorsi di alimentazione della memoria collettiva. In questa direzione è stata avanzata formale istanza al Ministero per i Beni culturali mentre è stato avviato un progetto per la realizzazione di un monumento commemorativo che dovrà essere realizzato da un artista locale e sarà opportunamente investito anche il Consiglio Regionale.
In questo contesto si recepisce con grande apprezzamento l’intervento del Consigliere regionale Wanda Ferro che segnala opportunamente la necessità di ricordare e invita la Regione Calabria a celebrare degnamente questa figura che ormai è diventata simbolo significativo per l’affermazione dei valori universali di libertà e di democrazia. Anche per questo sarà formalmente rivolto apposito invito all’on. Wanda Ferro affinchè trovi il modo di visitare Cittanova dove potrà peraltro conoscere alcune giovani donne che svolgono ruoli di responsabilità negli apparati istituzionali e amministrativi che governano il Comune. Sarebbe un bel modo di avviare un percorso finalizzato a valorizzare la memoria collettiva come riscoperta delle proprie radici ma anche come fattore di crescita per la comunità.