Al comune di Cittanova il “Premio TrasparEnte”

“Un premio che ci gratifica fortemente se si tiene conto la trasparenza rappresenta uno strumento essenziale per il contrasto all’inefficienza e al malaffare nella pubblica amministrazione”. Il Sindaco Francesco Cosentino ha così commentato l’attribuzione, da parte di Asmenet Calabria, del “Premio TrasparEnte” per l’anno 2017 al Comune di Cittanova. L’Ente ha conseguito il primo posto nella graduatoria stilata in ambito provinciale, raggiungendo anche il massimo punteggio a livello regionale.

I Premi Asmenet hanno l’obiettivo di sensibilizzare e stimolare le amministrazioni calabresi sui temi dell’innovazione tecnologica, dell’accessibilità e della trasparenza amministrativa. ASMENET Calabria premia ogni anno i comuni che rendono disponibili i servizi on- line sviluppati dal Centro Servizi Territoriale e che si sono contraddistinti per realizzare concrete azioni di Innovazione e Trasparenza amministrativa. Sono numerosi i requisiti presi in considerazione per l’attribuzione del premio ai Comuni trasparenti: facilità di reperimento della documentazione, usabilità dell’interfaccia web di ricerca, livello di personalizzazione del documento per il cittadino-utente, uso i formati standard e automaticamente interpretabili per la distribuzione dei documenti, esplorazione della struttura organizzativa, consultazione dei dati in possesso dell’Ente sia da parte del cittadino che di altre Pubbliche Amministrazioni, informazioni sulla posta elettronica, presenza di forum e newsletter.

“Questo riconoscimento, ha dichiarato il primo cittadino, ci stimola a proseguire nel lavoro intrapreso per l’organizzazione di progetti di eGovernment, che permettono di introdurre concreti benefici per l’Amministrazione, i cittadini e le imprese. Contrariamente a quanto si dice quotidianamente ed a quanto si comunica metodicamente Cittanova è il primo Comune in Calabria per trasparenza amministrativa. Un obiettivo del quale andiamo fieri e per il quale un ringraziamento va fatto al Segretario Generale d.ssa Criaco ed agli uffici che curano il servizio informatico.”