Bilancio positivo per Piana Eco Festival

Tre giorni intensi alla scoperta del “Gusto dei luoghi”, attraverso un’offerta culturale ampia che ha segnato il successo della quarta edizione del Villaggio Ecologico di Piana Eco Festival.Tanti ospiti, numerose attività e – scrive l’ufficio stampa del festival – una grande partecipazione di pubblico hanno caratterizzato l’eccellente riuscita dell’evento organizzato dall’Associazione culturale EcoPiana, che si è tenuto nel territorio di Cittanova, e in particolare nella stupenda Villa comunale “Carlo Ruggiero”.
La manifestazione, per la direzione artistica di Nuccio Barillà, si è rivelata un’occasione di confronto, di condivisione, un vero e proprio laboratorio di idee che ha visto dialogare istituzioni, associazioni, privati e singoli cittadini. Il giornalista e storico ambientalista ha scommesso su un tema e una formula vincente dell’iniziativa che ha riscosso grande interesse.Tutela dell’ambiente, ecologia, valorizzazione del territorio, i temi cardine del progetto Piana Eco Festival sono stati declinati nel fitto programma di appuntamenti per tutte le età.Rispetto, cura dei luoghi ma anche nuovo sguardo, ovvero nuovo modo di vedere, nuova capacità di percepire, di gustare e d’amare il territorio: gli obiettivi pienamente raggiunti attraverso le meravigliose escursioni a Vacale e a Zomaro, le tavole rotonde, le proiezioni, le mostre, i laboratori, le degustazioni, gli spettacoli.

I filoni principali che hanno caratterizzato i momenti di confronto, a cui hanno preso parte esperti e autorevoli ospiti, sono stati: “Terra senza veleni. Primo bonificare” e “La ricerca del Gusto”, cibi, territori, stili di vita, economie”. La Città Metropolitana di Reggio Calabria ha presentato per la prima volta, alla presenza di numerosi sindaci e rappresentanti istituzionali del territorio, “I contratti di fiume”. Tanti gli ospiti prestigiosi, e i rappresentanti del mondo accademico e associazionistico, che si sono susseguiti sul palcoscenico naturale del Festival, tra questi l’antropologo e scrittore Vito Teti, le cui parole sul “senso dei luoghi” hanno lasciato un segno indelebile, come quelle dello studioso Domenico Minuto, in mezzo alla bellezza incantevole del bosco aspromontano.Grande entusiasmo per i live musicali degli “Amici della chitarra”, di Yosonu e di Salvatore De Siena del “Parto delle nuvole pesanti” ospite a sorpresa del Villaggio Ecologico.Il Villaggio Ecologico si è concluso con il coinvolgente spettacolo di teatro canzone dell’attore e cantastorie Nino Racco che si è esibito in “Mondo Cantastorie”.
Piana Eco Festival, promosso dall’Associazione culturale EcoPiana guidata dalla presidente Carmela Guerrisi – prosegue la nota diramata dall’ufficio stampa – ha segnato dunque un nuovo successo. Il progetto, ideato nel 2015 dal giovane imprenditore Girolamo Guerrisi – di cui è presidente onorario l’economista e filosofo di fama internazionale Serge Latouche – si è proiettato verso una direzione ben precisa: dare a tutti strumenti per cogliere la Bellezza di una terra e un territorio da scoprire, riscoprire, difendere e tutelare.Da Cittanova, pertanto, l’auspicio che possa consolidarsi un progetto condiviso che parta dal territorio, dal suo cos’è in termini di identità e dal suo cos’ha in termini di patrimonio di ricchezza. Cioè da quell’insieme di valori storico – culturali, antropologici, dalle reti ecologiche ora sconnesse, dalle pietre, dagli alberi, dai paesaggi, delle bestie, dai sentieri, dalle tradizioni, dai cibi, restituendo dignità ai borghi e nomi ai posti, promuovendo i segni miliari a capisaldi di una nuova economia ed ecologia della mente e del vivere.